GASTRONOMIA, CULTURA STORIA
e POSIZIONE:

ecco perché Bologna! Una città meravigliosa, vibrante, accogliente, piena di sapori, odori e colori. I suoi Portici sono stati candidati a diventare Patrimonio Unesco; nell’anno 2000 è stata la Capitale Europea della Cultura; nel 2006 è stata nominata Città Creativa per la Musica da parte dell’Unesco. Per non parlare della sua tradizione gastronomica famosa in tutto il mondo.

Bologna “la Dotta”
Bologna “la Grassa”
Bologna “la Rossa”

cultura, cibo e Architettura Medievale. Nella posizione più strategica del centro-nord Italia.
Bologna-Bijouhouse-7
Bologna-Bijouhouse-3
Bologna-Bijouhouse-35
Bologna-Bijouhouse-10
Bologna-Bijouhouse-29
Bologna-Bijouhouse-24
Bologna-Bijouhouse-4
Bologna-Bijouhouse-23
Bologna-Bijouhouse-25
Bologna-Bijouhouse-26
Bologna-Bijouhouse-8
Bologna-Bijouhouse-1
Bologna-Bijouhouse-11
Bologna-Bijouhouse-9
Bologna-Bijouhouse-61
Bologna-Bijouhouse-16
Bologna-Bijouhouse-2
piazza-maggiore-Bologna-night
Bologna-Bijouhouse-30
Bologna-Bijouhouse-34
Bologna-Bijouhouse-5
Bologna-Bijouhouse-6
Bologna-Bijouhouse-12
Bologna-Bijouhouse-13
Bologna-Bijouhouse-14
Bologna-Bijouhouse-15
Bologna-Bijouhouse-17
Bologna-Bijouhouse-18
Bologna-Bijouhouse-37
Bologna-Bijouhouse-19
Bologna-Bijouhouse-20
Bologna-Bijouhouse-31
Bologna-Bijouhouse-21
Bologna-Bijouhouse-22
Bologna-Bijouhouse-60
Bologna-Bijouhouse-51
Bologna-Bijouhouse-28
Bologna-Bijouhouse-32
Bologna-Bijouhouse-33
Bologna-Bijouhouse-36
Bologna-Bijouhouse-54
Bologna-Bijouhouse-27
Bologna-Bijouhouse-39
Bologna-Bijouhouse-40
Bologna-Bijouhouse-41
Bologna-Bijouhouse-42
Bologna-Bijouhouse-43
Bologna-Bijouhouse-44
Bologna-Bijouhouse-45
Bologna-Bijouhouse-46
Bologna-Bijouhouse-47
Bologna-Bijouhouse-48
Bologna-Bijouhouse-49
Bologna-Bijouhouse-50
Bologna-Bijouhouse-52
Bologna-Bijouhouse-53
BOLOGNA. EX- GHETTO EBRAICO. VICOLO MANDRIA, GIA' VIA DEL GHETTO.
Bologna-Bijouhouse-58
Bologna-Bijouhouse-57
Bologna-Bijouhouse-38
Bologna-Bijouhouse-59
Bologna-Bijouhouse-56
previous arrow
next arrow
Bologna-Bijouhouse-7
Bologna-Bijouhouse-3
Bologna-Bijouhouse-35
Bologna-Bijouhouse-10
Bologna-Bijouhouse-29
Bologna-Bijouhouse-24
Bologna-Bijouhouse-4
Bologna-Bijouhouse-23
Bologna-Bijouhouse-25
Bologna-Bijouhouse-26
Bologna-Bijouhouse-8
Bologna-Bijouhouse-1
Bologna-Bijouhouse-11
Bologna-Bijouhouse-9
Bologna-Bijouhouse-61
Bologna-Bijouhouse-16
Bologna-Bijouhouse-2
piazza-maggiore-Bologna-night
Bologna-Bijouhouse-30
Bologna-Bijouhouse-34
Bologna-Bijouhouse-5
Bologna-Bijouhouse-6
Bologna-Bijouhouse-12
Bologna-Bijouhouse-13
Bologna-Bijouhouse-14
Bologna-Bijouhouse-15
Bologna-Bijouhouse-17
Bologna-Bijouhouse-18
Bologna-Bijouhouse-37
Bologna-Bijouhouse-19
Bologna-Bijouhouse-20
Bologna-Bijouhouse-31
Bologna-Bijouhouse-21
Bologna-Bijouhouse-22
Bologna-Bijouhouse-60
Bologna-Bijouhouse-51
Bologna-Bijouhouse-28
Bologna-Bijouhouse-32
Bologna-Bijouhouse-33
Bologna-Bijouhouse-36
Bologna-Bijouhouse-54
Bologna-Bijouhouse-27
Bologna-Bijouhouse-39
Bologna-Bijouhouse-40
Bologna-Bijouhouse-41
Bologna-Bijouhouse-42
Bologna-Bijouhouse-43
Bologna-Bijouhouse-44
Bologna-Bijouhouse-45
Bologna-Bijouhouse-46
Bologna-Bijouhouse-47
Bologna-Bijouhouse-48
Bologna-Bijouhouse-49
Bologna-Bijouhouse-50
Bologna-Bijouhouse-52
Bologna-Bijouhouse-53
BOLOGNA.
EX- GHETTO EBRAICO.
VICOLO MANDRIA, GIA' VIA DEL GHETTO.
Bologna-Bijouhouse-58
Bologna-Bijouhouse-57
Bologna-Bijouhouse-38
Bologna-Bijouhouse-59
Bologna-Bijouhouse-56
previous arrow
next arrow
Riproduci video

42 Chilometri
di portici

Vi sfido a trovare un’altra città al mondo in cui, in caso di pioggia, possiate camminare per 42 Km senza bagnarvi! Visitare Bologna è davvero un’esperienza unica se si sceglie di esplorare le sue strade attraverso il percorso segnato dai portici, scoprendone tutte le diverse tipologie: quelle in legno nei pressi di Casa Isolani in Strada Maggiore, l’eleganza delle volte di Santa Maria dei Servi o il portico più piccolo di tutti, in Via Senzanome. E ancora, il percorso in salita verso la Basilica di San Luca, a cui si arriva attraversando il portico più lungo al mondo.

LE torri e l’architettura medievale

Bologna è la città delle Torri. Testimonianze storiche attestano che in epoca medievale ve ne fossero almeno un centinaio, ma qualcuno arriva a sostenere che fossero addirittura 180! A oggi ne restano 24, che offrono alla città un aspetto inconfondibile: panorami e scorci felsinei e sul territorio circostante, da restare senza fiato.

LA grande tradizione gastronomica

“Quando sentite parlare della cucina bolognese, fate una riverenza ché se la merita“. A tessere questo elogio entusiasta sul cibo bolognese è il grande Pellegrino Artusi, nel suo famoso “Trattato gastronomico” pubblicato alla fine dell’800. Nel suo fortunato Ricettario, Artusi ha riservato ampio spazio alla tradizione culinaria bolognese, come una fra le migliori – se non LA migliore – d’Italia. Le botteghe tipiche della tradizione locale sono il perfetto esempio di edonismo bolognese, con salumi e formaggi di ogni tipo, rigorosamente lavorati per soddisfare i palati più esigenti. Per non parlare dei “tortellini” una pasta all’uovo ripiena e tirata a mano, dalla caratteristica forma di ombelico.

la cosiddetta "piccola venezia"

Per molti secoli, l’acqua ha rappresentato la principale fonte di energia per le attività manifatturiere e commerciali, in particolare i mulini ad acqua per la produzione di seta, i cui modelli possono essere ancora oggi visitati all’interno del Museo del Patrimonio Industriale. Quindi, non sorprende che la Fontana del Nettuno sia il simbolo per eccellenza della città di Bologna. A testimonianza dell’antica e fitta rete idrica solo alcuni canali sono rimasti a vista. La maggior parte è stata interrata per ovvi motivi di igiene, ma qualcuno è stato lasciato in superficie. Questa area della città, detta “ piccola Venezia ” si trova a pochi metri da Bijou House Bologna.

il quartiere dell’ex "GHETTO" EBRAICO

La struttura del “ghetto” ebraico della Bologna del XVI secolo può ancora essere tracciata con precisione tra le stradine nel cuore medievale della città. Qui, un labirinto di vicoli, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di un’intera comunità costretta a vivere in una zona circoscritta per ordine dello Stato Pontificio, a partire dal 1556. Bijou House Bologna si trova proprio dietro l’angolo di questo caratteristico quartiere, ricco di memoria. L’ex “ghetto” è senza dubbio una delle zone più affascinanti della città, animata da botteghe artigiane e circondata da palazzi, appartenuta a ricchi mercanti e banchieri ebrei.

La POSizione Strategica Di BOLOGNA

Bologna  è la location perfetta anche per visitare le principali città del centro-nord Italia:
Firenze  è a 25 minuti di treno, con l’Alta Velocità
Modena  a 20 minuti
Ferrara  a 30 minuti
Ravenna  si raggiunge in 1 ora e 15 minuti
Venezia  in 1 ora e 25 minuti
Milano  in 1 ora.
Solo per citare le principali destinazioni.